In Russia rivince Putin
nonostante l’App di Navalny

Le elezioni di Russia 2021 confermano gli esiti di quelle precedenti del 2011.

La maggioranza alla Duma, la camera bassa dell’Assemblea Federale russa, è nuovamente di Russia Unita che vince le elezioni, tenutesi dal 17 al 19 settembre, con il 49% dei voti.

Evidente l’exploit del Partito Comunista che riceve il 19% dei voti, avvantaggiato dal cosiddetto «voto intelligente» veicolato dall’apposita App creata dal movimento di Navalny.

Lo staff del principale avversario di Putin, in prigione dal Gennaio di quest’anno per «estremismo politico», ha consentito di segnalare i candidati avversi a Russia Unita che nei diversi collegi avevano la maggiore probabilità di successo.

Sospetti brogli elettorali da parte degli avversari del partito a capo del Cremlino, che denunciano irregolarità nelle votazioni.

Un elezione che si preannunciava burrascosa e così è stata.

Nicolò Leggieri