Diciotto arresti
per truffe online e riciclaggio

 

Sono diciotto gli arresti tra Spagna e Italia riguardanti membri di un’organizzazione criminale – che conta circa 150 utenti – con base a Tenerife.

La Polizia di Stato, in collaborazione con la Polizia spagnola, attraverso l’operazione «Fontana-Almabahia» ha smascherato coloro che gestivano un giro di frodi online e cyber-riciclaggio.

Con l’aiuto di hacker specializzati, erano in grado di ottenere informazioni private delle vittime – in prevalenza italiane ma anche spagnole, inglesi, tedesche e irlandesi – tramite pratiche ingannevoli.

Indirizzavano bonifici bancari da migliaia di euro e poi il denaro veniva «nascosto» con l’acquisto di criptovalute oppure investito in attività criminali tra cui prostituzione, traffico di droga e di armi.

Un giro di affari di oltre 10 milioni di euro solo nell’ultimo anno; uno dei capi dell’organizzazione sarebbe un molisano di Isernia.

Il gruppo criminale è stato fermato anche grazie al supporto internazionale fornito dalle Agenzie europee Eurojust ed Europol.

Chiara Gentilini