La fabbrica brucia, fumo
nero e aria irrespirabile

 

Incendio ad Arzano, è bruciata una fabbrica industriale, l’aria era irrespirabile e un fumo nero si levava alto.

In provincia di Napoli, lunedì 15 Novembre è divampato un incendio che ha creato una colonna di fumo intorno alle 7 di mattina.

Non è ancora noto il motivo dell’origine del rogo ma si presume potrebbe essere un guasto ai macchinari della fabbrica, che ha così aggredito velocemente i materiali infiammabili all’interno

Ad intervenire sul posto sono stati i carabinieri e i vigili del fuoco per domare le fiamme; successivamente è stata inviata una autobotte chilolitrica per garantire rifornimento idrico alle lance antincendio delle squadre sul posto; la nube però si è diramata su una vasta area visibile anche a chilometri di distanza.

Fortunatamente i dipendenti sono riusciti ad allontanarsi in tempo e non ci sono stati feriti. Per vedere le ripercussioni che ha creato quest’incendio, è stato chiesto ad Arpac di monitorare le condizioni dell’aria per capire se ci fosse un reale pericolo per la salute.

In attesa dei risultati da parte di Arpac, il sindaco di Arzano, Cinzia Aruta, ha consigliato ai cittadini, per precauzione, di tenere le finestre chiuse ed evitare di uscire di casa se non in casi strettamente necessari.

In queste settimane si sono verificati molti incendi, con nubi di fumo nero su tutta la città. Il Consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli ha dichiarato che tutti questi roghi che stanno colpendo le aziende del territorio sono sospetti e ha chiesto alla Magistratura e alle autorità di aprire un fascicolo su questo fenomeno, poiché questi incendi tossici stanno ‘«avvelenando» i cittadini.

Marika Del Broccolo